domenica 13 ottobre 2013

"IL CAPO DEL GOVERNO UCCISO A TORRE ANNUNZIATA!!!"...MA ERA UNA MANOVRA BORSISTICA!!!

Questa mattina ho tralasciato il solito lavoro di ricerca sui giornali nostrani per dedicarmi alla ricerca di qualche notizia su Torre Annunziata negli archivi storici di  giornali stranieri, in particolare quelli americani.
Grande curiosità  e incredulità mi ha assalito alla lettura di questo trafiletto, sei righe,  pubblicato da "Alexandria gazeta" nell'edizione del 22 agosto 1894.
Il corrispondente da Berlino comunica al telegrafo che alcuni rumors affermano che il Primo Ministro italiano, Francesco Crispi, è stato assassinato a Torre Annunziata. Tuttavia , da indagini svolte, non ci sono conferme al merito e quindi la voce è priva di fondamenta.  
Come è stato possibile che sia uscita questa voce clamorosa?
Come è stato possibile che sia stata avallata la pubblicazione di tale sciocchezza ?
Come è possibile che a Berlino giungesse questa  voce senza che in Italia nessun giornale ne abbia parlato?
A questo punto ho provato a fare un po di verifiche sulla situazione politica italiana dell'epoca.
Effettivamente il Crispi aveva già subito due attentati da cui ne era uscito illeso , nel 1889 e l'altro al giugno del 1894. Poteva essere verosimile che un altro attentato degli anarchici napoletani fosse attuato ai danni del capo del Governo, in quel periodo molto impegnato ad attuare leggi molto repressive contro i contestatori.
Ma questo non accadde in questa occasione, Torre Annunziata non c'entra assolutamente niente con questa "sceneggiata" orchestrata da ambienti politici e borsistici europei pronti a colpire la fragile economia italica.
Le risposte , seccate , del governo e stampa italiana non si fecero attendere , un paio di giorni dopo, la tesi dell'attentato a Crispi venne sbugiardata con dichiarazioni emblematiche,accreditando la tesi della speculazione economica.
Sotto, in sequenza,  l'articolo ritrovato sul giornale americano, facilmente  traducibile.
A seguire due articoli de " la Stampa"  pubblicati il  24 e il 25 agosto , appena due giorni dopo la " bufala " tedesco-americana.
Le domande che mi sono posto sono le seguenti:

 PERCHE' NOMINARE TORRE ANNUNZIATA COME SEDE DELL'ASSASSINIO???  
E' STATO UN CASO OPPURE SERVIVA ANCHE QUESTO PER DANNEGGIARE IL NOME DI UNA CITTA' CHE ERA IN GRANDE ESPANSIONE ECONOMICA???


ALEXANDRA GAZETA


LA STAMPA


LA STAMPA
   

Nessun commento:

Posta un commento