venerdì 21 novembre 2014

DOPO OLTRE CENTO ANNI, ANCHE PER IL MAESTRO ARRIVA LA CERTEZZA!

Praticamente, ci sono almeno una decina di date diverse, inserite alla rinfusa, segnate sui tanti siti in rete riferiti alla nascita di un nostro concittadino, Terenzio Gargiulo, noto compositore e musicista nel panorama della favolosa musica classica italiana dello scorso secolo

Foto tratta dal sito "Internet Culturale"
 Alcuni riportano la nascita al mese di  novembre, altri ad aprile, taluni a maggio, addirittura qualcuno giugno del 1903. Altri affermano che sia nato nel 1905... Tutti concordano almeno su di un fatto certo, che sia nato a Torre Annunziata. 
Incuriosito, mi sono messo alla ricerca e, con non poche difficoltà, sono riuscito a ritrovare l'atto di nascita riferito al valoroso Maestro, che vi mostro come prima immagine.
Come potete verificare dall'atto numero 774 del registro dei nati del 1903, la data esatta di nascita è il 23 settembre 1903.
Atto di nascita da "Archivio dei nati del 1903".


E' il 25 settembre, due giorni dopo, che il padre Gaspare, trentaseienne, maestro di scienze naturali, registra davanti al Segretario Comunale, Vincenzo Torrone,  la nascita del figlioletto a cui impartiscono il nome di Terenzio Antonio Luigi, di concerto con la moglie Concetta Romano, insegnante municipale.
La nascita avviene nella abitazione del Gargiulo in Via Stella, al numero 12.
Iniziò gli studi musicali al conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, dove si diplomò in pianoforte sotto la guida di F. Rossomandi, e in composizione, avendo come maestri A. Savasta, C. De Nardis e G. Napoli. Quindi, giovanissimo, iniziò  l'attività concertistica, affiancata dal 1928 da quella didattica, insegnando pianoforte principale al liceo musicale di Bari, proseguendo nei conservatori di Parma, Palermo e Napoli. Dal 1959 al 1961 fu direttore del conservatorio V. Bellini di Palermo e dal 1962 di quello di Napoli.
Non staremo qui a raccontare  il talento e il piano delle opere eseguito dal Gargiulo nella sua prestigiosa carriera artistica, già ampiamente illustrata su tanti lavori svolti in rete da prestigiosi personalità.
Aggiungere un particolare in piu' inerente il suo ricordo, come l'inserimento e la pubblicazione del suo atto di nascita, riempe di orgoglio e di soddisfazione il nostro modestissimo lavoro.

Numerosi attestati sono l'emblema della vita professionale del Maestro tra cui quello alla memoria, promosso dal Conservatorio di Napoli che gli ha intitolato il prestigioso Premio per Compositori.

Morì a San Sebastiano al Vesuvio  il 13 novembre 1972.


Dire che Torre Annunziata si sia dimenticata di questo suo figlio è dire poco. Non ricordo di aver mai letto di un omaggio alla sua memoria, sia da vivo che da morto.
Anche per lui vale la legge del " nemo propheta in patria", alla stregua di tanti altri piccoli grandi eroi semi-sconosciuti torresi che abbiamo "ospitato" su  questa pagina, raccontando le loro gesta e la loro capacità e che hanno contribuito a rendere nota la nostra città, nei secoli scorsi, non solo per il suo immenso patrimonio di pastifici ma anche per essere stata la culla di autentici talenti culturali in tutte le arti, possibili e immaginabili.

A seguire, nelle immagini, inseriamo diversi articoli di giornali relativi a diversi momenti della carriera artistica del Maestro fino all'epilogo della sua morte.



La Stampa- 15-5-1957



La Stampa - 1-4-1967

 
  

La Stampa  -25-6-1971



Gazzetta del Mezzogiorno 15-11-1972




L'Unità - 15-11-1972
 
 
 
 

LE NOTIZIE SONO TRATTE DA WIKIPEDIA E DA TRECCANI SULLA PAGINA DEDICATA AL MAESTRO TERENZIO GARGIULO.


 
  

Nessun commento:

Posta un commento