sabato 10 ottobre 2015

ECCO PERCHÉ SILVIO PIOLA VENNE A TORRE ANNUNZIATA!

Anni settanta...

Erano gli anni in cui la struttura sportivo/ricreativa della Deriver veniva additata come una delle piu' belle dell'intera area napoletana, anche per la straordinaria posizione logistica cui godeva, incastonata tra le acque marine e il maestoso sguardo del Vesuvio che sembrava vegliare su quel piccolo paradiso, vanto particolare del Rione, come vi raccontai nel post precedente dal titolo...  

...E DIETRO IL CANCELLO CHIUSO, IL RICORDO DEI CAMPI SCOMPARSI.           http://goo.gl/dKeWAQ



Non avvenne affatto per caso che la struttura venne indicata, e scelta nel 1974, dal Comitato Regionale Campano di Calcio,  come location per il corso di allenatori di terza categoria, in contemporanea con il Circolo Oplonti.
Tale importante avvenimento aveva bisogno della presenza e supervisione di un tecnico e istruttore della Federazione Italiana Gioco Calcio di assoluto prestigio e, infatti, venne inviato per questa occasione Silvio Piola, in quelli che saranno gli unici giorni che abbia trascorso a Napoli e provincia durante tutta la sua vita.

Nato nel 1913, Silvio Piola è stato Campione del Mondo con la maglia della Nazionale nella fantastica annata del 1938 quando la nazionale italiana doppiò il titolo vinto quattro anni prima nei mondiali che si svolsero in Italia. Inoltre è stato il piu' prolifico attaccante della storia del Calcio Italiano stabilendo il record di 290 reti segnate negli anni che andarono dal 1929 al 1954.
Il piu' forte attaccante della storia del calcio italiano!

                         https://goo.gl/jtN12y

Foto tratta da Wikipedia

Ritorniamo alla visita che Piola svolse a Torre Annunziata presso il Circolo Deriver, prendendo spunto da questo interessante articolo pubblicato su "La Voce della Provincia", a cui vanno i nostri ringraziamenti per averci sostenuto nella condivisione.
 
Al corso presero parte circa quaranta allievi  tra cui alcuni di essi che, divennero poi, allenatori di spessore nelle serie semi-professionistiche, come ad esempio Montefusco, Nazzi, e Portelli.

La commissione era cosi composta:
Per la tecnica - Silvio Piola
Carte Federali- Gerardo Gogna
Medicina Sportiva-Felice Russo
Tecnica di Gioco-  Antonio Fiorenza
 Preparazione Fisica- Maurizio Gena
Dirigente Organizzativo- Roberto Cerbone

Alla manifestazione d'inaugurazione era presente inoltre l'assessore allo Sport Gennaro Dentino.
ASSESSORE GENNARO DENTINO


La Voce della Provincia- 14 Febbraio 1976 


Aiutati dal giornalista Gregorio Di Micco, l'estensore dell'articolo ritrovato in rete in cui racconta il suo ricordo  dell'incontro con il Grande Campione, vi propongo l'estratto inerente l'episodio Piola- Deriver cosi come descritto, modificando solo la data dell'anno indicata che è sbagliata. Non era il 1974 ma precisamente il 9 Febbraio del 1976 che iniziò il corso.          

                       http://goo.gl/evXUW2

"...E, sempre a proposito di Piola,  in questi giorni sui giornali e siti napoletani di calcio nessuno ha ricordato l’unico contatto di Silvio Piola con Napoli. Fu agli inizi del 74. Piola, allora istruttore federale, arrivò a Napoli, insieme al preparatore sportivo Leali, per un corso allenatori di terza categoria. Alloggiò all’hotel Sangermano, dove lo intervistai per un servizio su Lo Sport del Mezzogiorno. Nei giorni successivi, affiancato dai dirigenti del Comitato Campano della Figc, tenne le sue lezioni nella struttura aziendale della Deriver e al circolo Oplonti di Torre Annunziata dove i circa quaranta aspiranti allenatori lo seguirono assiduamente. Partecipai anch’io al corso per trarne spunti da trasmettere su Campania Sport, il foglio settimanale durato circa dieci anni, alla cui fondazione avevo partecipato. Piola era seguito con estrema attenzione da tutti i partecipanti. Con la palla al piede dava dimostrazioni tecniche di grande valore, suggeriva, consigliava, parlava ovviamente con estrema competenza. Aveva all’incirca sessantuno anni ma il suo fisico era ancora atletico e scattante. Oltre alle lezioni calcistiche gli aspiranti allenatori dovettero seguire lezioni teoriche sulla preparazione atletica, sull’arbitraggio (Nunzio Nastri) e sui regolamenti federali (il giudice sportivo Gerardo Gogna). Piola appariva estremamente soddisfatto dell’esperienza napoletana ed il corso andò avanti in maniera ottimale. Al termine gli esami finali. Quasi tutti superarono la prova acquisendo il patentino di allenatore. L’ultima sera, prima di lasciare Napoli, cena d’addio al ristorante Sarago, rifugio preferito del giornalista Carlo Di Nanni, vice presidente nazionale della Lega Dilettanti della Figc. C’erano Mauro Simeoli, tecnico della rappresentativa, Nunzio Nastri, designatore degli arbitri campani, Roberto Cerbone, consigliere del Comitato, Leali, Gregorio Di Micco, estensore di questo pezzo, il giudice sportivo Iamunno, l’avvocato Cirillo di Portici, Silvio Piola, il presidente del Comitato Alfredo Buongiorno, Carlo Di Nanni, Nando Pennino, titolare del Sarago, e Vincenzo Maraolo, consigliere del Comitato. Una bella serata, ottimo pranzo e brindisi finale. Di quella serata conservo la foto che ho messo a corredo del pezzo. Piola non tornò più per i corsi allenatori. Negli anni successivi la Figc inviò altri docenti, ma il ricordo di quei giorni a Torre Annunziata e di quella serata al Sarago rimane indimenticabile." 

Anche se sappiamo che Piola è stato solo una volta in visita nella nostra zona siamo certi che quei giorni saranno rimasti impressi nella memoria del Campione e nel contesto generale abbia potuto apprezzare la passione e la generosità con cui i nostri concittadini parteciparono a questo importante evento calcistico. 

Nella storica foto che segue, Silvio Piola nel brindisi finale al ristorante "Il Sarago , è il secondo da sinistra.     



Foto tratta da "IamNaples.IT" Di Gregorio Di Micco

Nessun commento:

Posta un commento